Spotify linux – Matrimonio possibile | TuttoAlQuadrato

Spotify linux – Matrimonio possibile

Alzi il dito dal mouse, chi non ha mai sentito parlare di spotify. Se avete aperto questo articolo sicuramente saprete il funzionamento di questo fantastico portale per l’ascolto di musica in streaming “gratuito” (pagherete lo streaming ascoltando qualche secondo di pubblicità) divenuto famoso per le app su sitemi operativi mobili, quindi Android, Ios e Windows Phone. Esistono player anche per Windows e OSX, ma ora è possibile aggiungere anche le repository per linux. Il procedimento è facilissimo, basterà aprire il nostro amato terminale e digitare poche stringhe, per avere il player con tutta la nostra musica preferita, sulla nostra distribuzione linux.

 

  1. sudo apt-add-repository -y “deb http://repository.spotify.com stable non-free”
  2. sudo apt-key adv –keyserver keyserver.ubuntu.com –recv-keys 94558F59
  3. sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade
  4. sudo apt-get install spotify-client

Dopo questi tre comandi, potrete far partire direttamente il player digitando nel terminale spotify, o semplicemente andando a cercare l’applicazione nel gruppo di applicazioni installate nel vostro pc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /membri/tuttoalquadrato/wp-content/themes/tuttoalQ/functions.php:822) in /membri/tuttoalquadrato/index.php on line 24